sabato 15 agosto 2015

William e Kate dicono basta ai paparazzi: "Smettete di inseguire il principe George"

Il monito viene da Kensigton Palace, che ha divulgato una lettera, pubblicata sul sito ufficiale, contro i sempre più frequenti episodi di "molestie da parte dei paparazzi" che starebbero diventando "sempre più pericolose".  Il piccolo George, che recentemente è apparso in varie occasioni ufficiali tra cui il battesimo della sorellina Charlotte, è diventato, a soli due anni, un vero e proprio personaggio pubblico, nonché un fenomeno del web. 




La curiosità intorno a lui è massima, inversamente proporzionale alla privacy sua e dei genitori William e Kate.  La lettera, quindi, si appella ai lettori e racconta alcuni episodi "poco piacevoli" avvenuti di recente: in particolare, un fotografo avrebbe affittato un'auto dai vetri oscurati e parcheggiato fuori dal parco giochi, aspettando per un giorno intero di catturare qualche scatto del principino attraverso un buco nel finestrino.  


 Per la Duchessa di Cambridge e per il piccolo George, spiega la lettera, è diventato impossibile uscire di casa per andare al parco, con i fotografi che inseguono l'auto reale e si nascondono nei boschi intorno alla casa di famiglia a Norfolk.  La lettera, di cui alcuni estratti sono stati anche twittati dal profilo ufficiale di Kensington Palace, punta a promuovere una discussione sul problema della pubblicazione di foto non autorizzate di minori. E per questo, precisa Kensington Palace, è stata inviata anche a chi ha posizioni di leadership nel settore delle comunicazioni.
Posta un commento